SONO DONNE LE PRINCIPALI VITTIME ECONOMICHE DELLA PANDEMIA

L’indagine IPSOS per WeWorld. Sono madri disoccupate le principali “vittime economiche” della pandemia: una donna su due ha visto peggiorare la propria situazione economica e una lavoratrice su due ha paura di perdere il proprio posto di lavoro

Sono le donne, senza distinzioni di età e area geografica, le principali vittime economiche e sociali della pandemia: 1 su 2 ha visto peggiorare la propria situazione economica negli ultimi 12 mesi; tra le occupate, 1 su 2 teme per il futuro di perdere il lavoro; tra le disoccupate, 1 donna su 4 dichiara che a causa del Covid ha rinunciato a cercare un’occupazione. Il dato sul peggioramento della condizione economica, inoltre, supera il 60% se si prende in considerazione la fascia di età 25-34 anni (6 donne su 10). Lo rivela l’indagine “La condizione economica femminile in epoca di Covid-19” realizzata da Ipsos per WeWorld, organizzazione italiana che difende da 50 anni i diritti di donne e bambini in 27 Paesi del mondo inclusa l’Italia.

L’indagine – che sarà presentata il 4 marzo nel corso dell’Edizione Speciale di WeWorld Festival – la due giorni di incontri e talk online per parlare di diritti delle donne.

Continua a leggere l’articolo direttamente dalla fonte (vita.it)

Share: