Quadro strategico

Quadro strategico - Assifero

A partire dal 2017, Assifero ha deciso di adottare il quadro strategico delle 4Cs un sistema di valutazione delle organizzazioni di supporto alla filantropia elaborato da WINGS e Dafne-Donors and Foundations Networks in Europe (oggi Philea) grazie ad uno sforzo collettivo partecipato. Si tratta di una cornice che evidenzia il contributo dato da queste organizzazioni in quattro macroaree. 

Questo ambito pone l’accento sulla capacità dell’associazione di rafforzare ed espandere il livello delle competenze e know-how interne alla propria base associativa e del sistema filantropico più allargato.

Questa dimensione si riferisce, da un lato, alla capacità dell’associazione di facilitare le collaborazioni e le occasioni di confronto tra i propri associati, ma con partner esterni. Dall’altro, alla capacità dell’organizzazione stessa di tessere rapporti, costruire relazioni e partnership strategiche (orientate alla missione) con altri stakeholder.

Riguarda la reputazione dell’associazione, il suo riconoscimento e la comprensione esterna del suo valore. Questo ambito concerne anche la capacità dell’organizzazione di aumentare la consapevolezza dei diversi tipi di pubblico sul sistema filantropico italiano, il suo impatto e il suo ruolo in quanto partner di sviluppo strategico sostenibile.

Questa dimensione si concentra sulla capacità dell’associazione di mettere a sistema le risorse, finanziarie e non, di fondazioni ed enti filantropici, ampliandole. Comprende anche l’abilità dell’organizzazione di attrarne attrarne di nuove all’interno del sistema filantropico. Importante non è solo il volume delle risorse, ma anche la qualità delle stesse e la capacità dell’ente di generare il massimo impatto nel loro utilizzo.

Le 4Cs rappresentano quindi un sentiero di sviluppo strategico per Assifero, che permette di indirizzare e valutare i propri programmi e azioni. Considerando l’eterogeneità della base associativa, in termini di dimensioni, area d’intervento, posizione geografica, sviluppo organizzativo, l’associazione ha deciso di integrare, all’interno dei diversi ambiti delle singole C, una matrice variabile che definisse e adattasse le attività ancora più specificatamente al fine di raggiungere la propria missione. Questa si concretizza nelle tre dimensioni riportate di seguito

La tipologia di temi affrontati, che vanno dalla filantropia per il clima all’integrazione dell’Agenda 2030 e la lente di genere, dalle modalità di finanziamento e rendicontazione all’impact investment, dal finanziamento per il cambiamento sistemico al fundraising, dalle donazioni a fondo perduto quasi recuperabili alla data philanthropy, dai DAF – Donors Advised Funds (fondi patrimoniali e correnti con diritto di indirizzo) alla gestione del patrimonio fino ad arrivare alla governance e alla Riforma Terzo Settore.

La tipologia di fondazioni coinvolte e a cui le attività sono rivolte, in particolare fondazioni di famiglia, d’impresa, di comunità, gli enti filantropici secolari e altri enti della filantropia.

I territori coinvolti nel portare avanti le attività, che possono andare dalla dimensione locale passando per quella regionale e fino ad arrivare a quella nazionale e internazionale.

Infine, un altro elemento fondante e trasversale per Assifero è la sua strategia di comunicazione multicanale e pensata su misura per i diversi tipi di audience di riferimento (fondazioni ed enti filantropici associate, sistema filantropico italiano, mondo del Terzo Settore, reti di cui è parte, partner nei diversi ambiti e settori, Istituzioni, università e pubblico generalista).

Scorri tra le schede per visualizzare le attività che Assifero realizza nell’ambito di ciascuna macroarea