#October1europe: Officine Gomitoli e Terragiusta, l’impegno congiunto di F. Charlemagne e F. con il Sud

Ecco i progetti sostenuti in modo congiunto da Fondazione Italiana Charlemagne a finalità umanitarie onlus e Fondazione CON IL SUD sul tema “Migrazioni, sviluppo, solidarietà”.

Officine Gomitoli: centro interculturale per l’incontro e la convivenza delle differenze – Napoli

Organizzazione: Dedalus Cooperativa Sociale

Durata: 3 anni (in corso)

Finanziatori: Fondazione Charlemagne; Fondazione CON IL SUD; Open Society Foundations

Partner coinvolti: Associazione Si Cambia; Made in cloister

Descrizione: Il progetto “Gomitoli” è la sintesi tra passato e futuro della Cooperativa Dedalus, che in vari decenni ha accompagnato ragazzi italiani e stranieri, donne e bambini, a conquistare una dimensione di vita che guardasse alla loro dignità. Gomitoli è una vera officina sociale che guarda alla presenza migrante come opportunità di sviluppo locale e, attraverso l’incontro e la contaminazione culturale tra giovani migranti e italiani, offra alla comunità nel suo complesso indicazioni di convivenza e benessere collettivo. Il progetto propone un “centro interculturale per l’incontro e la convivenza delle differenze” finalizzato a promuovere opportunità sociali e personali degli adolescenti e dei giovani migranti e italiani del territorio. Le diverse attività previste saranno organizzate in vere e proprie officine: Officina delle relazioni, delle culture e delle differenze, Officina dei diritti e della cittadinanza, Officina della creatività tecnica/artistica/culturale, Officina della scuola e della comunità educante, Officina delle competenze, della formazione e del lavoro.

Per approfondire: Cooperativa Dedalus; Officine Gomitoli (da “esperienze con il sud”)

TERRAGIUSTA. Contro lo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura – Fase 3 – Calabria, Basilicata, Puglia

Organizzazione: Medici per i Diritti Umani MEDU

Durata: 24 mesi (in corso)

Descrizione: Obiettivo generale di Terragiusta vuole essere quello di promuovere la tutela delle condizioni di salute e di lavoro dei migranti impiegati nel settore agricolo italiano in condizioni di sfruttamento – in particolare in Calabria e Basilicata – e incidere sulle politiche locali e nazionali in tema di contrasto al caporalato e sfruttamento lavorativo in agricoltura. A tale fine, a livello locale l’operatività sul campo prevede attività di prima assistenza sanitaria e orientamento socio-legale e sanitario per mezzo della clinica mobile di Medu, il rafforzamento degli ambulatori per stranieri di Rosarno e Venosa e attività di sindacato di strada e orientamento legale. L’azione di Terragiusta è in corso dal 2013.

Finanziatori: Fondazione Charlemagne; Fondazione con il Sud; Open Society Foundations; Fondazione Nando e Elsa Peretti

Partner coinvolti: Comune di Rosarno; ASP di Reggio Calabria; Flai-Cgil Piana di Gioia Tauro-Calabria e ARCI Iqbal Masih di Venosa (PZ); Campagna #FilieraSporca; Zalab; AMIS

Link: MEDU

Share: