L’ABITARE – NON SOLO DIRITTO ALLA CASA

Quello dell’abitare è uno dei bisogni che più frequentemente esprimono le famiglie che si rivolgono ai Centri di Prossimità.
Nella logica delle “Quattro A – Accoglienza, Ascolto, Accompagnamento, Autonomia” che Ebbene mette in campo individuare il luogo idoneo per le famiglie che accompagniamo non è una questione di matchig tra domanda e offerta, ma è un elemento che determina la qualità del lavoro fatto con e per le persone.
L’obiettivo di Ebbene è sempre rinarrare e restituire alle persone la propria storia come individui e come famiglie specie quando il tema è la Casa con tutte le varie forme che l’abitare, in funzione dei contesti, assume.
Ebbene ha scelto di non limitarsi a un approccio Housing First, la casa prima di tutto, messo in campo solo se vi è la possibilità di far fare alle persone “un passo avanti”.
Per i Centri di prossimità di Ebbene l’inserimento abitativo è un punto di partenza dei percorsi di integrazione sociale, il passaggio successivo è quello  dell’ Housing Led, e cioè la capacità di combinare la residenzialità con servizi di assistenza, cura e supporto sociale, offrendo sostegni che si aggiungono alla ricerca dell’abitazione, evitando la ghettizzazione di quartiere.
L’elemento più interessante è proprio la fotografia di una risposta differente che i territorio offrono al medesimo bisogno utilizzando lo stesso metodo. Il contesto, le risorse a disposizione, la lungimiranza o cecità degli enti locali determinano diverse forme di Housing.
Una criticità, forse lo scoglio più grande, presente da Nord a Sud e la diffidenza da parte dei proprietari ad accogliere famiglie che non sono portatori di garanzie. Resta evidente come, tenendo fede al modello d’intervento di Ebbene e al lavoro fatto per rigenerare il percorso di vita delle persone, i vari Centri di Prossimità, in collaborazione con alcune delle organizzazioni più attive nei vari territori,  abbiano offerto risposte e modelli differenti. Dall’Agenzia Sociale per la Casa di Palermo con il Centro di Prossimità Apriti Cuore, agli Alloggi di Transizione e quelli dedicati alle “famiglie in fascia grigia” che stiamo sperimentando con il Centro Mosaico di Catania, passando per il Progetto Corte di Quarto di Fondazione Archè a Milano per approdare ai 6 progetti per l’Abitare Sociale Partecipato messi in campo nell’Italia Centrale dal Centro di Prossimità Solidarietà. 
Tutti raccontano una medesima prospettiva, non offrire soltanto una casa in cui abitare, ma anche una comunità in cui vivere e con cui condividere. Tutte le storie dell’abitare alla pagina www.ebbene.org

Share: