IL DISCORSO DI ADRIAN ARENA ALLA TAVOLA ROTONDA DI ARIADNE E ASSIFERO A MILANO

Ariadne, la rete europea degli enti filantropici per i diritti umani e il cambiamento sociale, sta lavorando alla quinta edizione del rapporto annuale di previsioni per le fondazioni filantropiche europee. Costruito in modo partecipato, mirerà ad aiutare i finanziatori a pianificare in anticipo, a vedere il quadro generale e a guardare le tendenze globali e locali.

La tavola rotonda italiana in preparazione della quinta edizione del Forecast 2019 di Ariadne è stata organizzata da Assifero e Ariadne il 7 febbraio a Milano e ospitata da Fondazione Cariplo. Nelle tavole rotonde di Berlino, Londra, Leiden, Parigi e Milano si sono discussi, sulla base dei risultati preliminari di un’indagine condotta all’interno del network, le maggiori tendenze nel campo del cambiamento sociale e dei diritti umani a livello nazionale, europeo e globale nella prospettiva specifica dei grant-makers e investitori filantropici. All’incontro italiano è intervenuto, tra gli altri, Adrian Arena (scarica il suo intervento alla tavola rotonda in italiano e la presentazione in inglese).

Adrian Arena è il Direttore del Programma Internazionale per i Diritti Umani presso la Fondazione Oak. Prima di entrare nella Oak Foundation, ha trascorso tre anni come Vice Segretario Generale della Commissione Internazionale dei Giuristi, un’organizzazione con sede a Ginevra che promuove lo stato di diritto a livello globale, mettendo l’accento sull’indipendenza della magistratura. Arena ha iniziato la sua carriera nel Servizio Esteri australiano servendo come diplomatico presso le Ambasciate australiane a Teheran, Stoccolma e Roma, e assumendo una serie di responsabilità tra cui le relazioni politiche ed economiche, la rappresentanza e le questioni di immigrazione.

Share: