IN OCCASIONE DEI 30 ANNI DALLA STRAGE DI CAPACI ASSIFERO ADERISCE AL FLASH MOB ORGANIZZATO PER NICOLA GRATTERI

Lunedì 23 maggio, in occasione del 30° anniversario della strage di Capaci, in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie e tre uomini della scorta, Assifero ha aderito all’iniziativa promossa dai sindaci della rete Recovery Sud, dal movimento M24A-ET e GOEL – Gruppo Cooperativo con la sua rete: una manifestazione contro le mafie e a sostegno del procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri e di tutti i magistrati e le forze dell’ordine che rischiano la vita contro il crimine organizzato.
Durante gli eventi che Assifero ha organizzato nel corso della settimana, l’associazione ha voluto ricordare con un minuto di silenzio le vittime della strage di Capaci e aderire, a distanza, al Flash Mob che si è tenuto in piazza Santi Apostoli a Roma.

È stato appena scoperto il progetto di un attentato con una bomba, alla vita di Gratteri, come per Rocco Chinnici, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, colpiti quando alcune scelte istituzionali li fecero apparire “isolati” – spiegano gli organizzatori – Per questo occorre mobilitare tutte le nostre reti a testimoniare la vicinanza a Nicola Gratteri e alle forze sane dello Stato, per dire, nel giorno della tragedia di Capaci: mai più stragi. Per dare il segnale forte e inequivocabile di un’Italia che resiste, per far vedere a tutti che la mafia e quel mondo della politica, degli affari, delle professioni colluso con il crimine organizzato sono isolati, e non lo sono certo i magistrati onesti“.

Per approfondire:

Mafia, il centro per l’autonomia al flash mob per Nicola Gratteri, Agenparl

Solidarietà a Gratteri: a Roma un flash mob, roma-news.it

Condividi: