I PRIMI 6 MESI DEL PROGETTO PRIMI MILLE GIORNI

Fondazione Comitans è nata con lo scopo di affrontare sfide sociali promuovendo scambi di valori e conoscenza legati ad una visione globale, sistemica ed integrata dell’essere umano e dell’ambiente.       

Come prima grande sfida, abbiamo deciso di dedicarci a quella dell’alimentazione e nutrizione nei primi mille giorni di vita.
Sempre più spesso sentiamo parlare dell’incredibile finestra di opportunità che costituisce il periodo che va dal concepimento fino al compimento dei due anni di età, per la costruzione del benessere psicofisico dell’individuo. In effetti, l’ambiente in cui un essere umano è concepito, nasce e si sviluppa, è in grado di incidere e modificare il comportamento dei geni stessi, come ci dimostra l’epigenetica.
Diventa cruciale che entrambi i genitori, in particolare i più giovani, siano consapevoli di questo e possano essere aiutati a concentrarsi su tre aspetti fondamentali: l’adozione di stili di vita sani con pratica di esercizio fisico, una riduzione dei fattori di stress di vario tipo (emozionali, chimici, biologici) ed un’alimentazione corretta per favorire lo sviluppo ottimale dei bambini, ancor di più nelle fasi iniziali dell’infanzia. E questo senza lasciare indietro quelle famiglie che vivono situazioni di fragilità, sempre più comuni nell’attuale crisi globale.

Il 26 novembre 2020, con l’evento online Intrecciamo i nostri saperi, Fondazione Comitans ha iniziato ad affrontare le complessità legate ad una dieta sana e sostenibile, alla produzione e distribuzione, nonché allo spreco, del cibo.

Nel mese di dicembre, abbiamo avuto un nuovo incontro, in cui abbiamo presentato più in dettaglio i temi del Progetto Primi Mille Giorni e raccolto le adesioni dei partner interessati a collaborare e mettersi in gioco sulle 3 sfere proposte:

  • quella del sociale, per incentivare con mamme, bambini ed operatori del settore, la promozione di una corretta alimentazione e nutrizione attraverso un percorso di informazione, educazione ed empowerment;
  • quella della ricerca, attraverso progetti di ricerca scientifica sul microbioma umano e su quello del suolo, rafforzando il dialogo tra ricercatori e società;
  • quella dell’agroalimentare, rivolgendo l’attenzione al tema della produzione e distribuzione alimentare, dialogando con aziende che abbiano un approccio sostenibile alle risorse ambientali ed agevolando la messa in rete delle conoscenze per stimolare l’acquisizione di una maggiore consapevolezza circa il valore nutrizionale del cibo.

Dal mese di gennaio 2021, siamo entrati in un dialogo continuo e scambio di conoscenze con i nostri partner con i quali stanno prendendo vita diverse coprogettazioni. Abbiamo già attivato una borsa di dottorato di ricerca per indagare l’impatto dei determinanti pre e post-natali nell’evoluzione e modulazione del microbiota intestinale infantile nei primi mille giorni. Inoltre, con i partner della ricerca e del sociale, abbiamo cominciato a disegnare interventi di ricerca quali-quantitativa sui temi della nutrizione, alimentazione e distribuzione di pacchi alimentari a famiglie e mamme in difficoltà, con l’intento di fotografare la situazione attuale prima di avviare interventi successivi. Parallelamente, stiamo cercando fondi per attivare percorsi di formazione sia con gli operatori del sociale che con le famiglie in situazioni di fragilità sui temi dell’alimentazione e degli stili di vita.

Queste prime attività permetteranno a Fondazione Comitans di andare a dialogare con il settore agroalimentare, creando un circolo virtuoso con le famiglie/consumatori e favorendo la consapevolezza dell’importanza di una produzione e distribuzione di alimenti che provengano da un’attenzione alla terra e all’ambiente e che siano di alto valore nutrizionale.

Share: