BEI E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA INSIEME PER PROMUOVERE L’INCLUSIONE SOCIALE DEI DETENUTI

È la prima partnership in Ue tra la Banca europea per gli investimenti (Bei) e il ministero della Giustizia, finalizzata al sistema penitenziario. Mira a ridurre il tasso di recidiva degli ex detenuti e a garantire il loro reinserimento sociale e lavorativo, attraverso nuove soluzioni di finanziamento.

È nata una partnership tra l’Unione Europea e il ministero della Giustizia italiano, per l’implementazione dimodelli innovativi di finanziamenti, ai fini di contenere i tassi di recidiva degli ex detenuti e garantire il loro reinserimento nella società. Il focus del progetto è per ora limitato alla Lombardia, ma la cooperazione tra la Bei e l’amministrazione italiana fornirà un modello che potrà essere replicato su scala più ampia.

L’Unione Europea darà consulenza al ministero della Giustizia sull’adozione di metodologie innovative di finanziamento e di approvvigionamento di servizi, come i social impact bond, per contribuire a ridurre il tasso di recidiva degli ex detenuti e garantire il loro reinserimento sociale e lavorativo. La consulenza sarà fornita attraverso il Polo europeo di consulenza sugli investimenti (European Investment Advisory Hub – EIAH), finanziato dal gruppo Banca europea per gli Investimenti e dalla Commissione europea, e gestito dalla Bei. il Polo europeo di consulenza sugli investimenti, che è una partnership tra il gruppo Banca europea per gli investimenti e la Commissione europea nell’ambito del Piano di investimenti per l’Europa, sosterrà il ministero nella sua missione di assicurare una transizione graduale dei detenuti nella società, attraverso modelli di finanziamento innovativi, come i social impact bond.

CONTINUA A LEGGERE LA NOTIZIA DIRETTAMENTE DALLA FONTE (Vita)

Share: