AL VIA IL PROGETTO “AD HOC”: FIACCOLE DA ACCENDERE!

È stato felicemente avviato il progetto “AD HOC. Strategie di contrasto alla dispersione”, un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini, coordinato da Cometa Formazione e cofinanziato dalla Fondazione De Agostini.

I promotori
Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.
Il progetto si avvale di una variegata rete di Partner sul territorio: scuole, parrocchie, fondazioni, istituzioni, università, cooperative sociali, soggetti variamente attivi sul territorio in ambito educativo e sociale.

Il progetto
“AD HOC” è un importante iniziativa che si svilupperà nell’arco di 4 anni (2019-2022) e che si propone di mettere in campo un’articolata serie di azioni e strategie di prevenzione e contrasto al grave fenomeno della dispersione scolastica, coinvolgendo attivamente i principali attori della comunità educante (famiglie, scuole, istituzioni e terzo settore).
Un problema che affligge il 22% della popolazione giovanile in età scolare nella provincia di Como, area di riferimento dell’iniziativa: territorio che ha un triste e sorprendente primato rispetto alla media nazionale del fenomeno, che si attesta sul
pur allarmante dato del 14% (Eurostat, 2017).

Le azioni
Il progetto prevede azioni di:
-coordinamento territoriale, con iniziative di comunicazione e disseminazione (a cura di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte);
-coinvolgimento della comunità educante, con iniziative di formazione e informazione per le famiglie e le scuole, formazione dei formatori, rapporti con le istituzioni e altri attori del territorio;
-personalizzazione dei percorsi, con azioni di selezione dei beneficiari, supervisione educativa ed elaborazione di percorsi individuali, formazione in assetto lavorativo, cittadinanza attiva;
-orientamento e accompagnamento al lavoro, con l’organizzazione di incontri e visite di avvicinamento al mondo dell’artigianato, nonché di laboratori pratici e didattici con importanti scuole e maestri artigiani del territorio presso i loro atelier di ceramica, oreficeria, tessile, giardinaggio, tipografia, sartoria;
-monitoraggio-valutazione dell’impatto sociale.

Leggi l’intero comunicato stampa

Ufficio Stampa:
antonella asnaghi & associati
+39 02 48008294 – +39 02 43982278
Antonella Asnaghi, [email protected]
Anna Maria Calegari, [email protected]