UNA RETE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE, ÈBBENE ADERISCE AD ASVIS

Far crescere nel Paese l’attenzione verso una cultura sostenibile, sensibilizzando l’opinione pubblica, le Istituzioni e il mondo produttivo a mobilitarsi per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibili previsti nell’Agenda 2030.

È su questa linea che si muove Asvis – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, alla quale Fondazione Èbbene aderisce con grande determinazione per riportare al centro un nuovo modo di fare e pensare l’Economia: più giusta, inclusiva e che non lasci indietro nessuno.

Un grande lavoro di Rete, quello di Asvis che nasce nel 2016 e che oggi accoglie le principali organizzazioni della società civile, quelle che operano, che generano impatto, che costruiscono innovazione sociale e comunità sostenibili.

«Abbiamo l’occasione di mettere in discussione l’attuale sistema economico – commenta Edoardo Barbarossa, Presidente di Ébbene –. Nella ripartenza del Paese e delle comunità, serve proporre nuovi modelli di sviluppo come quello basato sulla prossimità che Ébbene mette in campo. Tutte le persone, anche quelle più fragili, devono essere messe nelle condizioni di partecipare alla crescita e alla ripresa del Paese».

Le iniziative e le attività che Asvis propone in tutto il territorio nazionale hanno l’obiettivo di coinvolgere le Istituzioni pubbliche e private, le imprese sociali, il mondo produttivo, le famiglie, i cittadini e le nuove generazioni a dialogare tra loro in modo costruttivo e partecipativo per il bene comune: lo sviluppo del Paese in un’azione più ampia di coesione sociale.

Per approfondire il modello e conoscere le iniziative di Asvis, vai alla pagina dedicata.

Condividi: