UNA RETE IN MOVIMENTO. PERCORSI DI VITA PER LE PERSONE CON DISABILITÀ

Si è concluso martedì 30 novembre, con il convegno “Una rete in movimento. Percorsi di vita per le persone con disabilità”, realizzato in modalità webinar, il lungo percorso del progetto Orizzonte Vela, promosso dalla Fondazione
CRC.

L’appuntamento è stato occasione di mettere a sistema le varie azioni che hanno coinvolto tutto il territorio del Cuneese: soggetti istituzionali, enti del terzo settore, scuola, persone con disabilità e le loro famiglie che, grazie all’accompagnamento garantito dal progetto, si sono attivate, confrontate, informate, alimentando la progettualità e trovando soluzioni sostenibili per far fronte ai problemi, con l’obiettivo di costruire un ben-essere che, dalla persona e della sua famiglia, possa allargarsi a una dimensione relazionale e collettiva.

La giornata si è aperta con i saluti di Giuliano Viglione, Consigliere di Amministrazione della Fondazione CRC, cui è seguito l’intervento di Erika Stefani, Ministra per la disabilità, e di Livio Tesio, per la Regione Piemonte.
Dopo un breve quadro dei contenuti e delle azioni realizzate dal progetto Orizzonte Vela, la mattinata è entrata nel vivo con la tavola rotonda, moderata dalla giornalista Sara De Carli, che ha affrontato 4 diversi temi: Delicatezza dell’infanzia; Scuola, educazione e comunicazione; Autonomia e Inclusione; Governance e sviluppi futuri. Tutti gli interventi hanno tratteggiato le esperienze realizzate dai protagonisti e dai partner del progetto, chiamati a costruire e attivare proprio la “rete” nel territorio: sono intervenuti Marco Fea, Consorzio Socio Assistenziale del Monregalese, Ufficio Progetti; Sara Castello, Cooperativa Insieme a Voi; Franco Fioretto, ASL Neuropsichiatria infantile CN1; Elvira De Nucci, Referente Servizi Intercomunali di Bra; Claudia Pirotti, genitore; Giuseppe Arduino, Psicologo, Responsabile S.S.D. Psicologia e Psicopatologia dello Sviluppo ASL CN1; Daniela Borra, Associazione Condividere Papa Giovanni XXIII (Coordinatrice Attività per la Disabilità); Mario Figoni, Presidente CSV; Aurora Rubiolo, Associazione L’Airone di Manta; Enrico Giraudo, Responsabile Area Progetti e Qualità del Consorzio Monviso Solidale; Daniela Cusan, Referente Promozione e Solidarietà Sociale e Salute Pubblica Fondazione CRC .

Al termine della tavola rotonda è stata presentata l’analisi e valutazione, realizzata proprio sulle azioni del
progetto Orizzonte Vela, a cura di ARS Associazione per la Ricerca Sociale, per voce del suo Presidente Sergio
Pasquinelli.


In chiusura, dall’esperienza concreta sul territorio si è poi passati al quadro nazionale, con un dialogo
coordinato da Sara De Carli insieme a Francesca Palmas di ABC Italia, a cui hanno preso parte Giampiero
Griffo, Coordinatore CTS Osservatorio ONU sulla condizione delle persone con disabilità; Roberto Speziale,
Presidente Nazionale ANFFAS; Marco Espa, Presidente ABC Italia.

Il webinar completo:


“La Fondazione CRC è particolarmente soddisfatta per l’ampia partecipazione a questo appuntamento e per
il respiro nazionale che ha assunto il convegno, grazie all’intervento della Ministra Stefani, massima
rappresentanza istituzionale in materia di disabilità, e alla presenza di esperti nazionali in dialogo con i
protagonisti delle diverse azioni del progetto Orizzonte Vela” commenta Giuliano Viglione, Consigliere di
Amministrazione della Fondazione CRC. “Oggi la “rete in movimento” attivata dal progetto Orizzonte Vela ci
ha raccontato che la strada maestra per rispondere in maniera efficace ai bisogni delle persone con disabilità
e delle loro famiglie passa per un percorso di co-progettazione con le istituzioni, gli operatori dei servizi e le
famiglie. In questa direzione continuerà l’impegno della Fondazione CRC a sostegno del territorio per i
prossimi anni, con l’obiettivo di migliorare concretamente la qualità della vita per tutta la comunità e di
rendere sempre più esigibili i diritti fondamentali previsti per tutti”.

“L’approvazione del Disegno di Legge Delega sulla disabilità lo scorso 27 ottobre” ha sottolineato la Ministra
Erika Stefani “pone le basi per quella “Legge quadro per le disabilità” prevista dal PNRR alla Missione 5-
componente 2. Promuove e pone al centro la persona con le sue esigenze, le sue relazioni, i suoi desiderata:
si realizza così l’obiettivo del progetto individuale e partecipato, fondamentale richiesta delle persone con
disabilità e le loro famiglie”.

La mozione finale sottoscritta dai partecipanti alla mattinata sottolinea i tanti i temi emersi nel corso della
mattinata e propone nuovi traguardi collettivi verso cui puntare nel proseguimento del progetto, costruendo
alleanze territoriali, e non solo:

  • aumentare il livello di informazione sull’esigibilità dei diritti per le persone con disabilità e le loro
    famiglie;
  • lavorare a livello “culturale” perché le persone con disabilità non siano considerate un peso o “una
    pratica” da sbrigare, ma una risorsa per la società e per i servizi stessi;
  • aumentare l’empowerment delle persone con disabilità, delle loro famiglie e di tutti i professionisti
    per poter co-progettare;
  • migliorare la diffusione e la conoscenza dei percorsi virtuosi di inclusione realizzati, con l’obiettivo di
    generare e costruire reti sociali più vaste;
  • promuovere azioni di formazione e accompagnamento continui, all’inizio e durante la realizzazione
    dei servizi, sui temi dell’inclusione, per trasformare le occasioni di incontro in vero e proprio metodo
    di lavoro;
    La Fondazione CRC proseguirà l’impegno nel solco tracciato da Orizzonte Vela con il progetto Autonomie e
    disabilità, in partenza nel 2022, che intende rivolgersi a tutte le tipologie di disabilità con un’azione allargata
    sul territorio della provincia di Cuneo.
Condividi: