STUDENTI A CONFRONTO: AL VIA GLI SCAMBI E LABORATORI DI SOFT SKILLS PROMOSSI DA FONDAZIONE RIVA E COMETA

Chi alla prima esperienza lavorativa non si è sentito goffo e impacciato nonostante la preparazione eccellente ricevuta sui banchi di scuola? Dal sapere al fare spesso lo scarto è significativo ed entrano in gioco tutte quelle competenze di vita che oggi chiamiamo soft skills: saper risolvere problemi nuovi, saper lavorare in squadra, saper esporre le proprie idee in modo efficace. Cometa e Fondazione Alberto e Franca Riva danno vita, insieme ad altri partner, a un progetto che vuole colmare questo gap tra competenze tecniche e competenze trasversali per ragazzi iscritti a corsi di formazione professionale.

Un bisogno comune. È ottobre del 2021 quando Fondazione Riva e i partner locali del CNOS FAP Napoli, Cometa Formazione di Como e il Patronato San Vincenzo di Bergamo si siedono intorno a un tavolo e si interrogano su quale sia un bisogno comune su cui congiungere le forze e lavorare insieme. Alcuni dei ragazzi iscritti alle rispettive scuole di formazione professionale faticano a integrarsi nel team dei colleghi durante gli stage, a essere creativi quando si trovano davanti problemi che non hanno mai affrontato, a presentarsi con disinvoltura e sicurezza di fronte a un datore di lavoro. Di qui l’idea: uniamo le forze per lavorare su un problema sentito dai ragazzi ma anche caro alle aziende che poi li assumeranno, la carenza di competenze trasversali.

Workshop e scambi tra Nord e Sud Italia. Quale il format migliore per lavorare su competenze di team working, problem solving e public speaking con ragazzi provenienti da 3 diverse zone d’Italia (Como, Bergamo, Napoli)? L’idea è stata quella di coinvolgere 15 di loro (5 per scuola) in una serie di 3 scambi estivi da svolgersi uno in ogni città e concentrandosi di volta in volta su una delle 3 soft skills individuate.

Il senso degli scambi è duplice: oltre a dare ai ragazzi occasione di sperimentare contesti culturali differenti (lavorando così indirettamente su una quarta soft skill, la flessibilità), far nascere tra loro nuove relazioni, tessendo così un altro piccolo filo che irrobustisce e consolida il legame tra Nord e Sud Italia. Un piccolo Erasmus all’italiana, insomma.

Restate aggiornati. Il 4 luglio i ragazzi di Como e Bergamo, insieme ai loro accompagnatori, prenderanno un volo per Napoli dove ad aspettarli ci saranno i loro coetanei pronti per allenarsi insieme in laboratori di public speaking e di gestione delle emozioni. Se siete curiosi e volete qualche dettaglio in più su cosa faranno d’ora in avanti sentitevi liberi di contattare Fondazione Riva.

Volete sostenere il progetto? Gli enti promotori hanno aperto una campagna di crowdfunding per coprire i costi delle attività, se anche voi volete contribuire cliccate qui e donate.

Condividi: