PIO MONTE DELLA MISERICORDIA: DUE PRIME VOLTE

Insediato il nuovo Governo della storica Istituzione Fabrizia Paternò di San Nicola è la prima Soprintendente donna nella storia dell’Ente. Il Rapporto di Attività 2015-2021 raccoglie, per la prima volta in un unico volume, il racconto pluriennale delle attività e degli obiettivi raggiunti: le iniziative, i successi, i traguardi assistenziali, artistici e culturali del Pio Monte della Misericordia.

Il Pio Monte della Misericordia annuncia il nuovo Governo che guiderà la storica Istituzione di Via dei Tribunali che, per sei anni, a partire dal 2015, è stata diretta da Alessandro Pasca di Magliano, eche oggipassa il testimone a Fabrizia Paternò di San Nicola, la quale è la prima Soprintendente donna nella storia dell’Ente.

Con l’occasione è stato presentato il Rapporto di attività 2015-2021 che per la prima volta racconta nel suo complesso le molteplici attività di assistenza, beneficenza e culturali promosse dall’Ente insieme agli obiettivi raggiunti con l’azione del precedente Governo.

Il Salone della Quadreria del Pio Monte ha ospitato (nella mattina di 9 febbraio) la presentazione del nuovo Governo che vede al fianco della nuova Soprintendente:Nicola Caracciolo di San Vito, Floriana Carignani di Novoli, Riccardo Imperiali di Francavilla, Carlo Sersale, Riccardo d’Andria di Montelungo, Alberto Sifola di San Martino.

Ad intervenire Fabrizia Paternò di San Nicola, Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Alessandro Pasca di Magliano, già Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Ludovico Solima, professore ordinario dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, consulente scientifico del Pio Monte della Misericordia, ideatore e coordinatore scientifico del Rapporto di Attività 2015-2021.

“Fluent ad eum omnes gentes (Ad esso affluiranno tutte le genti [Isaia 2:2]) queste le parole che hanno guidato il Governo da luglio 2015 alla fine del 2021, sei anni vissuti intensamente per dare contenuto all’invito scolpito sull’ingresso del grande portone di via dei Tribunali, che da oltre 400 anni è aperto alla accoglienza di chiunque abbia bisogno di sostegno fisico, morale o economico. – afferma Alessandro Pasca di Magliano, già Soprintendente del Pio Monte della Misericordia   Questo Rapporto di attività rappresenta l’impegno di tutto il Governo e descrive i risultati di un lavoro, complesso, ma conclusivo di successi, nello sviluppo di tante opere assistenziali, nel consolidamento della struttura finanziaria, nella crescita dell’attività museale, nella realizzazione di nuove iniziative con il Pio Monte soggetto capofila di numerosi progetti. Ringrazio il professore Solima per la sua intuizione e per averci guidato nella realizzazione di un lavoro così importante che mi auguro possa essere di aiuto al nuovo Governo per proseguire con tenacia e saggezza in un intenso percorso di ampliamento e innovazione del Pio Monte.”  

L’articolo completo è disponibile qui

Condividi: