#PhilanthropyDoesNotStop – LE NOTIZIE DALL’EUROPA

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE DONNE: UGUAGLIANZA DI GENERE OGGI PER UN DOMANI SOSTENIBILE E INCLUSIVO

Il tema scelto per la Giornata InternazionaleIl tema scelto per la Giornata Internazionale della Donna è “Uguaglianza di genere oggi per un domani sostenibile” per riconoscere il contributo delle donne e delle ragazze di tutto il mondo, che stanno guidando l’adattamento al cambiamento climatico, le attività di mitigazione e risposta, con l’obiettivo di costruire un futuro più sostenibile per tutti.

Fare progressi verso l’uguaglianza di genere nel contesto della crisi climatica e della riduzione del rischio di disastri è una delle più grandi sfide globali del 21° secolo.

Le questioni del cambiamento climatico e della sostenibilità hanno avuto e continueranno ad avere impatti gravi e duraturi sul nostro ambiente, sullo sviluppo economico e sociale. Coloro che sono tra i più vulnerabili ed emarginati sperimentano gli impatti più profondi. E le donne rientrano tra queste categorie: sono infatti più esposte agli impatti del cambiamento climatico rispetto agli uomini, poiché costituiscono la maggioranza delle persone povere del mondo e sono più dipendenti dalle risorse naturali che il cambiamento climatico minaccia maggiormente.

Allo stesso tempo, donne e ragazze si sono dimostrate valide e potenti leader nel guidare la lotta al cambiamento climatico e l’individuazione di iniziative di adattamento e la mitigazione. Sono coinvolte in iniziative di sostenibilità in tutto il mondo, e la loro partecipazione e leadership si traduce in un’azione climatica più efficace. Continuare ad esaminare le opportunità, così come i vincoli, per dare alle donne e alle ragazze la possibilità di avere voce in capitolo ed essere attori di pari livello nel processo decisionale relativo al cambiamento climatico e alla sostenibilità è essenziale per lo sviluppo sostenibile e una maggiore uguaglianza di genere. Senza l’uguaglianza di genere oggi, un futuro sostenibile, e un futuro equo, rimane fuori dalla nostra portata.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO SUL SITO UN WOMEN

8 marzo, ore 16. Le Nazioni Unite hanno organizzato un evento online, a cui prenderanno parte tra gli altri il Segretario Generale António Guterres, Maria Reyes, attivista per la giustizia climatica a Fridays for Future Most Affected Peoples and Areas, Sima Bahous, Executive Director of UN Women e molti altri, per discutere e approfondire il tema.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

INVISIBILI: LA GUIDA SINTETICA

Data Feminism Network, associazione dedicata a strutturare sistemi e iniziative di raccolta dati per promuovere e raggiungere l’uguaglianza di genere e che lavora per colmare il divario tra la raccolta dati e il femminismo intersezionale, ha realizzato una guida sintetica dei principali dati sottolineati da Caroline Criado Perez, autrice pluripremiata e attivista femminista, nel suo libro Invisibili.

Caroline Criado Perez nel suo libro dà vita a un’indagine che ci mostra come il vuoto di dati di genere abbia creato un pregiudizio pervasivo e latente che ha un riverbero profondo, a volte perfino fatale, sulla vita delle donne.

SCOPRI LA GUIDA

UNA NUOVA AZIONE COLLETTIVA PER METTERE L’UGUAGLIANZA DI GENERE E DI DIRITTI DELLE DONNE DAVANTI E AL CENTRO DELL’EUROPA

Foundation CHANEL, King Baudouin Foundation e L’Oréal Fund for Women hanno dato vita all’Alliance for Gender Equality in Europe: un’iniziativa collaborativa che si pone da un lato l’obiettivo di mettere a disposizione risorse finanziarie e non per quelle organizzazioni che in Europa si occupano di diritti delle donne e uguaglianza di genere e, dall’altro, mira ad essere piattaforma di scambio e apprendimento tra pari.

ONLINE IL RAPPORTO 2022 DI EQUILEAP “GENDER EQUALITY GLOBAL REPORT AND RANKING”

Equileap, la principale organizzazione che fornisce dati e approfondimenti sull’uguaglianza di genere nel
settore privato, ha rilasciato la nuova edizione del suo rapporto annuale, che va a evidenziare le 100 aziende virtuose che promuovono e mettono in atto politiche per l’uguaglianza di genere in base a 19 criteri, tra cui l’equilibrio di genere della forza lavoro, delle posizioni manageriali e del del consiglio di amministrazione, così come il divario salariale e le politiche relative al congedo parentale e alle molestie sessuali.

Quanto emerge in generale, raccogliendo i dati di quasi 4.000 imprese a livello globale, è che la percentuale di donne che ricopre posizioni apicali è ancora molto bassa: solo il 5% delle aziende quotate ha un CEO donna, 13% un CFO e il 7% dei membri femminili nel board. Solo il 17% delle organizzazioni pubblica i dati sul divario salariale tra uomini e donne e meno dell’1% lo ha azzerato.

LEGGI IL RAPPORTO

Condividi: