#PhilanthropyDoesNot – LE NOTIZIE DALL’EUROPA

ED.66 Cop26 – Filantropia ed emergenza climatica // Fondazioni di Comunità e obiettivi di sviluppo sostenibile //European Pavillon

#PhilanthropyForClimate: HOW CAN PHILANTHROPY GALVANISE LOCAL ACTION FOR GLOBAL IMPACT?”

Domenica 31 ottobre ha preso il via la COP26, la conferenza sul clima, che durerà fino al 12 novembre, organizzata dalle Nazioni Unite cui partecipano quasi 200 paesi del mondo, con l’obiettivo di impegnarsi in iniziative condivise per contrastare il riscaldamento globale.

In questo contesto, Dafne – Donors and Foundations Networks in EuropeECFI (European Community Foundation Initiative)Foundation ScotlandFoundations Platform F20 e WINGS, organizzano oggi 9 novembre alle 15 l’incontro online “#PhilanthropyForClimate: How can philanthropy galvanise local action for global impact?” 

In questa occasione, oltre ad approfondire il ruolo della filantropia nella lotta all’emergenza climatica, sarà presentata  la dichiarazione d’impegno globale di fondazioni ed enti filantropici sul cambiamento climatico, promossa da WINGS e Dafne, all’interno della quale si colloca la dichiarazione italiana.

SCOPRI DI PIÙ E REGISTRATI QUI

DALLE PAROLE AI FATTI: COME LE FONDAZIONI DI COMUNITÀ IN EUROPA STANNO ABBRACCIANDO E INTEGRANDO GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE

Online il rapporto su come ECFI (European Community Foundation Initiative) ha promosso il whole of organization approach per supportare le fondazioni di comunità nel reimmaginare la propria strategia, missione, investimenti, comunicazione, e operazione interne attraverso la lente degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Contiene consigli ed esempi di come questo è stato applicato nella pratica da una serie di fondazioni comunitarie in tutta Europa.

LEGGI E SCARICA IL RAPPORTO

LA FILANTROPIA COMINCIA AD AFFRONTARE L’INGIUSTIZIA CLIMATICA

A Glasgow, la Climate Justice-Just Transition Donor Collaborative, una coalizione di fondazioni e attivisti, si confronta su come mettere azioni di adattamento e la mitigazione degli impatti climatici negativi che affrontano Paesi, comunità ed ecosistemi in modo più chiaro e preciso nell’agenda di fondazioni ed enti filantropici.

LEGGI L’ARTICOLO

AL VIA L’EUROPEAN PAVILLION, PROGRAMMA DELLA EUROPEAN CULTURAL FOUNDATION

12 novembre, 10-12. European Cultural Foundation, insieme a Fondazione CRT, darà il via all’European Pavillion, uno spazio di facilitazione che incoraggi la sperimentazione e stimoli nuove riflessione sull’Europa. Per questa occasione, tutti i partner e le organizzazioni partecipanti al programma si riuniranno per la prima volta e presenteranno i loro progetti. Monica Sassatelli, professore associato di sociologia all’Università di Bologna, contestualizzerà l’European Pavillion nella cornice del sentimento europeo.

SEGUI LA DIRETTA SU YOUTUBE

NO FOUNDATION IS COMPLETE WITHOUT CLIMATE AWARENESS

Every foundation should be a climate foundation, and every foundation should have a climate lens’. This was the bold statement from Delphine Moralis, CEO of the European Foundation Centre (EFC), that kicked off the opening plenary of the annual EFC Conference. She further asked the audience whether or not they agreed with this statement. A vast majority of the audience raised their hands, agreeing that all foundations should have a climate focus, especially concerning the climate crisis. However, the reality is quite the opposite since only two per cent of Europe’s philanthropic giving goes to climate. With such a difference between what is being said and what is being implemented, I was curious to learn the gaps that philanthropy can fill when tackling the climate crisis and how the philanthropic sector can move us toward positive change when addressing climate.

OUR HONEST REFLECTIONS FROM FUNDING AND SUPPORTING CHARITIES TO IMPROVE ON DIVERSITY, EQUITY AND INCLUSION

The Social Investment Consultancy (TSIC) collaborated with The Pocressi Initiative (TPI) on an action research project, supporting charities and social enterprises working in the addictions and criminal justice sectors to apply a diversity and inclusion lens to their organisations.

This included: 

COMMUNITY-DRIVEN SYSTEMS CHANGE: A PRACTICAL WAY TO SHIFT POWER IN GLOBAL DEVELOPMENT AND PHILANTHROPY

Traditional global development practices aren’t working.

Despite substantial investments in development efforts over many years, many large projects initiated by traditional, top-down Global North philanthropic funders, international non-governmental organizations (INGOs) and others have not resulted in meaningful and lasting change in communities. In some cases, there has even been unintentional harm done because of the disruption of local economic and social systems.

Share: