PANDEMIA E GENERATIVITÀ: RELAZIONI E SOLIDARIETÀ LE CHIAVI DEL FUTURO DEI GIOVANI

All’evento ASviS-Cortile dei Gentili si è riflettuto su come sanare le ripercussioni sociali causate dalla pandemia sulle nuove generazioni. Amato sul contrasto alla denatalità: “Per la famiglia il welfare è tutto da ripensare”. 

“Per avviare il confronto mi vorrei soffermare su questa parola carica di significati e dal forte potere evocativo: ’Generatività’, che comprende la capacità di dare e ricevere, l’ascolto e l’empatia, utili per entrare in sintonia con gli altri esseri umani ed esercitare un impatto positivo sulle loro vite”. È con queste parole che Marcella Mallen, presidente dell’ASviS, ha aperto i lavori dell’evento “Pandemia e generatività”, organizzato dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile e dalla Consulta scientifica del Cortile dei Gentili il 18 febbraio. L’incontro, che ha toccato complessivamente 69mila visualizzazioni e raggiunto 28mila persone e che ha dato seguito alla collaborazione avviata ad aprile 2021 con l’evento “Pandemia e resilienza”, ha rappresentato l’occasione per riflettere su come affrontare le ripercussioni sociali e psicologiche su bambini, bambine e adolescenti, causate dalla crisi sanitaria scatenata dal Covid-19.

Ad affiancarla nei saluti di apertura, Giuliano Amato, presidente della Consulta scientifica del Cortile dei Gentili: “Dobbiamo domandarci come rimediare e quanti e quali sono i rimedi ai guasti che mesi di distanza dalla scuola, di scuola intermittente, di relazioni sociali e amicali troncate, hanno creato in ragazzi e ragazze che hanno avuto come unico contatto col mondo il loro telefonino e i loro rapporti con la rete”. Il tema della solitudine delle giovani generazioni è affrontato “con inusuale spessore” nel volume da cui trae origine l’evento, ha ricordato Mallen, un disagio legato alla perdita di relazioni a causa della pandemia che necessita di essere curato con la socialità: “È la relazione con gli altri che costruisce la persona”.

L’articolo completo su sito dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, dove è disponibile anche la registrazione completa dell’evento.

Condividi: