L’IMPATTO DELLE POLITICHE SUI GIOVANI? DA OGGI SARÁ MONITORATO

Si è insediato il Covige, il Comitato per la Valutazione dell’Impatto Generazionale delle politiche pubbliche voluto fortemente dal Ministro per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, che valuterà le politiche che il Governo sta mettendo in campo per i giovani. «I ragazzi sono messi al centro dell’azione del Governo», sottolinea la ministro. L’articolo di Vita

Si è insediato oggi il Covige, il Comitato per la Valutazione dell’Impatto Generazionale delle politiche pubbliche presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Voluto fortemente dal Ministro per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, nasce con l’obiettivo di valutare le politiche che il Governo sta mettendo in campo per i giovani, con il fine di offrire dati e informazioni utili ad una più efficace azione in materia di coordinamento delle politiche giovanili.

Nei prossimi mesi il Covige si occuperà, in particolare, di definire gli indicatori utili per la valutazione di impatto generazionale anche con riferimento a modelli praticati in altri paesi UE e agli obiettivi di sviluppo sostenibile della Agenda 2030 e di fare proposte sullla valutazione dell’impatto delle misure destinate ai giovani nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il Comitato, presieduto dal Ministro Dadone, è composto da diciassette componenti selezionati tra dirigenti e rappresentanti di pubbliche amministrazioni, come Istat, Inps, Inapp, Istituto superiore di sanità, nonchè docenti universitari, ed esperti di valutazione e politiche giovanili tra cui i rappresentanti del Consiglio nazionale dei giovani e dell’Agenzia nazionale per i giovani.

«Rappresenta un grande salto di qualità nell’impostazione delle politiche giovanili: i giovani sono messi al centro delle politiche del Governo attraverso strumenti e indicatori in grado di misurare e quindi coordinare le dinamiche di breve medio e lungo periodo che li riguardano direttamente», ha evidenziato il ministro Dadone, «certamente, è un importante investimento politico: da tempo, infatti, le nostre ragazze e i nostri ragazzi ci chiedono di porre maggiore attenzione alle conseguenze che le leggi e i provvedimenti dello Stato hanno sulle giovani generazioni, e l’attuale Governo ha, finalmente, ascoltato le loro istanze ed avviato questo strumento di valutazione per rispondere alle loro esigenze e aspettative», ha concluso il Ministro, ringraziando tutti gli esperti del Comitato che svolgeranno il loro incarico a titolo gratuito.

L’articolo completo su Vita.it

Share: