L’ART BONUS SPETTA ANCHE PER LE EROGAZIONI LIBERALI EFFETTUATE A SOSTEGNO DI UN CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE?

Rispondono al quesito i tecnici dell’Agenzia delle Entrate nella rubrica “La posta” di FiscoOggi.it

L’art bonus è il credito d’imposta riconosciuto, nella misura del 65%, per le erogazioni liberali in denaro effettuate a sostegno del patrimonio artistico  e culturale (articolo 1, Dl 83/2014). Originariamente la previsione riguardava solo il triennio 2014-2016, ma la legge di stabilità 2016 ha reso permanente  l’agevolazione (articolo 1, comma 318, legge 208/2015).

L’art bonus spetta a tutti coloro che effettuano erogazioni liberali in denaro finalizzate a favorire la valorizzazione del patrimonio culturale. Hanno diritto al credito d’imposta sia le persone fisiche sia i soggetti titolari di reddito d’impresa. Nel primo caso, il credito è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile; nel secondo caso, invece, nel limite del 5 per mille dei ricavi. La recente legge 175/2017 ha ampliato l’ambito oggettivo dell’art bonus, includendo anche il sostegno ai centri di produzione teatrale nel novero delle finalità a cui indirizzare le erogazioni liberali agevolabili (cfr articolo 5, comma 1).

Fonte: FiscoOggi.it – Gennaro Napolitano

Share: