ISTAT. IN ITALIA 4,6 MILIONI DI PERSONE IN POVERTÀ ASSOLUTA (PRIMA DEL COVID)

Sono quasi 1,7 milioni le famiglie in grave difficoltà, soprattutto numerose e straniere. Dopo quattro anni si registra un miglioramento con l’introduzione del reddito di cittadinanza.

Un’Italia meno povera, ma sempre alle prese con enormi diseguaglianze. I dati sulla povertà nel 2019 diffusi oggi dall’Istat fotografano il Paese prima dell’arrivo della pandemia che porterà inevitabilmente a un peggioramento delle condizioni economiche. Se la povertà assoluta è in calo, per effetto del reddito di cittadinanza, sono sempre le famiglie (specie se numerose o straniere) a pagare di più. Il divario tra il Nord e il Sud del Paese rimane pressoché intatto, con il Mezzogiorno in grave difficoltà per la mancanza di lavoro. Altro elemento cruciale che fa pendere la bilancia in una direzione o nell’altra è la casa: per chi è in affitto riuscire a far quadrare i conti è molto più difficile.

Continua a leggere l’articolo direttamente dalla fonte (Avvenire.it)

Share: