IMPRESE SOCIALI: 22MILA REALTÀ IMPIEGANO 650MILA DIPENDENTI

Presentata , alla presenza del ministro del Lavoro Andrea Orlando, la quarta edizione del rapporto di Iris Network. Esaminate le dimensioni e le caratteristiche del settore, il contributo alla crescita economica e occupazionale, al benessere dei destinatari dei servizi e alle politiche sociali, e la reazione con la pandemia da Covid-19.

Oltre 22mila imprese sociali che occupano quasi 650mila dipendenti. Il 57,5% sono cooperative sociali e a seguire associazioni (15,4%). Rispetto al Censimento del 2011, si registra un aumento del 10,2% di imprese e del 19% come addetti. Oltre il 40% occupa più di 10 addetti. Il 46,3% hanno un fatturato inferiore ai 200 mila euro, anche se il 10,8% supera i 2 milioni di euroQuasi la metà opera al Nord (47,6%), dove il 37,2% delle imprese ha un fatturato superiore ai 500mila euro, mentre al Sud il 55,2% ha un fatturato che non supera i 200mila euro. Il 31% delle imprese sociali opera nei servizi sociali, il 19% nell’inserimento lavorativo, ma significativa anche la componente attiva nel settore istruzione e ricerca (18,3%) e cultura e sport (18,2%) e sanità (8%).

LEGGI LA NOTIZIA DIRETTAMENTE DALLA FONTE (VITA)

SCARICA IL RAPPORTO DI IRIS NETWORK

Share: