IL FONDO EMERGENZA CORONAVIRUS VDA

La Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta, in partenariato con diversi partners del Terzo Settore tra cui la Youth Bank, il CSV – Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta, la Caritas Diocesana, il Forum del Terzo settore e Lions Club Aosta-Host e Mont Blanc, ha lanciato a metà marzo 2020 una raccolta fondi per il sostegno di iniziative volte a mitigare gli effetti collaterali prodotti dall’emergenza Covid-19.

Il Fondo Emergenza Coronavirus VdA intende non solo contribuire a fronteggiare l’emergenza sanitaria, ma impostare fin da subito anche una prima risposta per il DOPO.

Le categorie più deboli e quelle economicamente penalizzate da questo arresto coatto dell’intero sistema socioeconomico dovranno, una volta terminata l’emergenza, trovare non solo risorse pubbliche compensative, ma anche aiuti quotidiani, prossimità, solidarietà concreta da parte della comunità di appartenenza. È necessario che le risorse umane e finanziarie facciano rete affinché le azioni siano più efficaci e strategiche.

Sul fronte dell’emergenza sanitaria, abbiamo provveduto alla consegna diretta di dispositivi sanitari quali 2.500 mascherine (FFP2 e chirurgiche), tute protettive, termometri, saturimetri e visiere protettive per contribuire subito all’urgente richiesta da parte del personale dell’Ospedale Parini di Aosta. Inoltre abbiamo compartecipato, assieme dell’ANPAS -Federazione regionale dei Volontari del Soccorso, all’acquisto di un ecografo utile alla diagnosi precoce dei pazienti potenzialmente infetti dal virus.

Sul fronte dell’emergenza sociale, per rimettere immediatamente in circolo una prima parte delle risorse raccolte abbiamo lanciato un primo bando rivolto agli enti del terzo settore volto a contribuire a:

  • promuovere interventi a favore di persone fragili, minori e famiglie in situazione di difficoltà nella fase acuta dell’epidemia e nell’immediato dopo-emergenza;
  • attivare reti di sostegno capaci di fornire risposte rapide ed efficaci alle specifiche esigenze delle fasce più deboli della popolazione e ai nuovi soggetti messi in difficoltà dalla situazione contingente.

Infine, sempre sul fronte sociale, ci siamo mobilitati per l’acquisto e l’immediata distribuzione di cassette di cibo fresco al fine di garantire una copertura settimanale di circa 200 famiglie in difficoltà economica sull’intero territorio della Valle d’Aosta.

La campagna di fundraising è ancora aperta. Il FONDO EMERGENZA CORONAVIRUS al momento ha raccolto quasi 150.000 euro. Si tratta di una piccola somma rispetto ad altre realtà, ma pur sempre un bel segnale se rapportata alla popolazione della Valle d’Aosta, tenuto anche conto delle numerose raccolte fondi parallele sul medesimo territorio.

Share: