IL CESE CHIEDE UN AMBIENTE FAVOREVOLE PER LA FILANTROPIA IN EUROPA

Bruxelles, 22 maggio 2019 – Donors and Foundations Networks in Europe (DAFNE) e l’European Foundation Centre (EFC) accolgono con favore l’adozione da parte del Comitato economico e sociale europeo (CESE) il 15 maggio di un parere sul settore filantropico europeo. Il parere invita gli Stati membri a “stabilire un ambiente favorevole alla filantropia in linea con le libertà e i diritti fondamentali dell’UE”; “Riconoscere il valore aggiunto che la filantropia può portare”; e “promuovere la filantropia come forma di dimostrazione dell’impegno sociale“.
Il parere intitolato “Filantropia europea: un potenziale non sfruttato” è stato richiesto dalla presidenza rumena. Il relatore, Petru Sorin Dandea, e sostenuto da Ludwig Forrest dalla King Baudouin Foundation.
È la prima volta che il CESE ha dedicato un parere esclusivamente al tema della filantropia come elemento distinto e importante della società civile. Sottolinea il ruolo unico che la filantropia svolge a beneficio del bene comune nell’affrontare le diverse problematiche sociali e fornire soluzioni innovative dal livello locale a quello globale in un ruolo chiaramente complementare all’azione pubblica. Questo riconoscimento del settore e dei milioni di cittadini impegnati nella filantropia in tutta Europa, insieme alla chiara definizione degli ostacoli che affronta, costituisce un ulteriore passo avanti verso l’obiettivo del settore di realizzare un mercato unico per la filantropia.

Leggi l’intero comunicato stampa

Share: