GOVERNO E FILANTROPIA: DUE MODI DIVERSI DI CONSIDERARE IL TERZO SETTORE

Governo e filantropia: due sguardi molto diversi sul Terzo settore colpito dalla crisi Covid. Alla disattenzione del Governo fa fronte un atteggiamento della filantropia sempre più incline a vedere nel Terzo settore un partner di alleanze strategiche e non solo soggetto da finanziare su progetti specifici.

La crisi che ha fatto seguito alla comparsa del Covid 19 e le misure per contrastarne la diffusione hanno colpito in modo particolare i settori in cui operano gran parte delle organizzazioni di Terzo settore, mettendone molte in grave difficoltà. Poiché i servizi erogati da queste organizzazioni sono in larghissima parte di interesse generale e sono destinati ala sostegno delle persone e delle comunità più fragili, in teoria il settore avrebbe dovuto esse tra i primi beneficiari delle misure pubbliche di sostegno e in particolare del DL Rilancio con cui si è chiusa la prima fase delle risposte all’emergenza: una sequenza di decreti-legge – il “Cura Italia”, il “Liquidità” e il “Rilancio” – che mobilitano risorse imponenti e che ha interessato tanto gli aspetti emergenziali, quanto le prime misure tese a favorire la ripresa.

Continua a leggere la notizia direttamente della fonte (Impresa Sociale)

Condividi: