FONDAZIONE UMBERTO VERONESI: I FINANZIAMENTI ALLA RICERCA SCIENTIFICA PER L’ANNO 2022

NON C’E’ PROGRESSO SENZA RICERCA: L’INVESTIMENTO PER IL FUTURO
Premiati 138 ricercatori con progetti all’avanguardia in oncologia e prevenzione delle malattie. Quinta edizione del Fondazione Umberto Veronesi Award

Sono 138 i medici e ricercatori, italiani e stranieri, che verranno premiati durante l’annuale cerimonia dedicata ai finanziamenti alla ricerca scientifica di Fondazione Umberto Veronesi, che si è terrà giovedì 12 maggio alle ore 11.30 presso l’Aula Magna dell’Università Statale di Milano. Nello specifico sono 114 le borse di ricerca per ricercatori post-dottorato assegnate da Fondazione Umberto Veronesi per l’anno 2022, più 24 borse di formazione e specializzazione. A questo numero si aggiunge il sostegno alla Scuola Europea di Medicina Molecolare (SEMM), un’istituzione di alta formazione in ambito biomedico che accoglie 172 dottorandi, il finanziamento di 18 progetti di ricerca, di 2 progetti internazionali e di 4 protocolli di cura in oncologia pediatrica.
Anche quest’anno dunque Fondazione Umberto Veronesi celebra la ricerca scientifica d’eccellenza con la cerimonia di consegna delle borse di ricerca assegnate annualmente ai migliori candidati selezionati nel campo dell’oncologia e nel campo della prevenzione e stili di vita. L’evento è anche l’occasione per celebrare il lavoro e i risultati di ricercatrici e ricercatori di altissimo livello, nonché l’impegno civile di tanti illuminati sostenitori.
All’evento, moderato dal giornalista Fulvio Giuliani, partecipano Paolo Veronesi Presidente di Fondazione Umberto Veronesi e Direttore Divisione Senologia Chirurgica IEO e Chiara Tonelli Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Umberto Veronesi e Professore Ordinario di Genetica presso l’Università degli Studi di Milano.

Anche quest’anno è previsto un forte coinvolgimento delle Istituzioni nazionali e locali: è infatti atteso il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’apertura dell’evento; sono invece confermate le partecipazioni del Ministro dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa con un video messaggio, della Vice Presidente e Assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti, della Vicesindaco e Assessora all’Istruzione del Comune di Milano Anna Scavuzzo, della Prorettrice Vicaria dell’Università degli Studi di Milano Maria Pia Abbracchio e del Presidente del Comitato Permanente della Camera sui Diritti Umani nel Mondo Laura Boldrini, grazie ad un suo contributo video.
La ricerca scientifica non è una spesa, ma un investimento per migliorare la qualità della vita delle persone offrendo nuove speranze di cura per i pazienti di oggi e di domani. Proprio per questo, Fondazione continua da quasi vent’anni a mantenere il suo impegno finanziando i migliori ricercatori e progetti di altissimo profilo scientifico caratterizzati da un fattore importante, ossia il potenziale traslazionale che riguarda la capacità di trasferire velocemente i risultati dal laboratorio alla pratica clinica sui pazienti” – dichiara Paolo Veronesi, Presidente di Fondazione Umberto Veronesi.
Il processo di valutazione per l’assegnazione delle borse di ricerca finanziate da Fondazione è complesso e rigoroso anche e soprattutto perché la qualità delle application è elevata. Abbiamo creato commissioni di esperti dedicate per ogni area di ricerca che finanziamo e ogni domanda viene valutata con parametri standard che riguardano il curriculum vitae del ricercatore, il progetto, le esperienze all’estero e ovviamente le pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed. Vengono inoltre premiati progetti di alta innovazione che portino a un rapido trasferimento dei risultati dai laboratori di ricerca alla pratica clinica e alla prevenzione delle malattie croniche, come i tumori” – afferma Chiara Tonelli, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Umberto Veronesi descrivendo l’orizzonte cui si rivolge il grande impegno scientifico di Fondazione.
Durante l’evento è previsto uno spazio di approfondimento dedicato all’importanza della ricerca scientifica, che supporta, permea e nutre l’assistenza medica e sulla curiosità scientifica che deve animare l’attività dei ricercatori, a cura del Professore Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia e Terapia Cellulare e Genica dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (Roma) e Professore Ordinario Università Cattolica del Sacro Cuore; e un focus dedicato all’importante ruolo delle aziende che decidono di sostenere la ricerca scientifica in un’ottica di responsabilità sociale e di crescita economica con Maurizio Dallocchio, Professore Ordinario di Finanza Aziendale dell’Università Bocconi di Milano.

Gianluca Vialli, Capo delegazione della Nazionale Italiana di Calcio e malato di cancro sarà presente con un video messaggio.
Durante la cerimonia si terrà la consegna del quinto Fondazione Umberto Veronesi Award, il premio alle migliori pubblicazioni scientifiche a firma di ricercatori sostenuti da Fondazione e pubblicate nell’anno precedente (2021). I tre lavori premiati sono stati selezionati secondo i criteri dell’Impact Factor della rivista scientifica su cui sono stati pubblicati e del potenziale traslazionale della ricerca descritta. Vincitori del Fondazione Umberto Veronesi Award sono Silvia Pomella, Francesca Reggiani, Tania Velletri.

I NUMERI DELLA RICERCA DAL 2003 AD OGGI
Dal 2003, anno della sua nascita, Fondazione Umberto Veronesi ha finanziato 2.033 ricercatori in 174 Istituti e Università (in Italia e all’Estero), 139 progetti di ricerca e 10 protocolli di cura nel campo dell’oncologia pediatrica.
Negli ultimi dodici anni, tra il 2009 e il 2021, i ricercatori finanziati da Fondazione Umberto Veronesi hanno prodotto 2.040 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed (di cui 1.926 con Impact Factor disponibile), e di questi 1.646 sono articoli originali di cui il 90,6% sono stati a loro volta citati in altri articoli e ricerche, per un Impact Factor medio di 8,28.

I NOSTRI RICERCATORI
Di altissimo profilo scientifico, innovatori e per la maggior parte donne: sono infatti 78 su 114 le ricercatrici post-dottorato sostenute nel 2022. L’età media dei “post-doc”, uomini e donne, è di 35,5 anni.
Le borse di ricerca di Fondazione Umberto Veronesi contribuiscono a bilanciare il fenomeno della migrazione di tanti validi talenti dall’Italia, dove si sono formati con profitto, verso altri Paesi. Da un lato, infatti, si offrono le risorse per permettere di restare a lavorare in centri di eccellenza per chi lo desidera, dall’altro si offrono opportunità in grado di attrarre anche ricercatori stranieri. Nel 2022, infatti, il 13,4% dei ricercatori finanziati è composto da stranieri che hanno scelto un istituto di ricerca italiano per svolgere il loro lavoro, provenendo da Paesi in ogni parte del mondo: Austria, India, Indonesia, Libano, Messico, Moldavia, Polonia, Russia, Spagna, Svezia e Tunisia.

DOVE FANNO RICERCA
Fondazione Umberto Veronesi ha l’obiettivo di finanziare la ricerca scientifica all’avanguardia portata avanti da ricercatori italiani o stranieri nei migliori Istituti e Università di tutta Italia: nel 2022 sono 42 gli Istituti di ricerca e università in cui lavorano i ricercatori finanziati, collocati in 29 differenti città italiane: Acireale (CT), Ancona, Bologna, Brescia, Camerino (MC), Chieti, Catania, Ferrara, Firenze, Genova, L’Aquila, Milano, Napoli, Orbassano (TO), Padova, Palermo, Perugia, Pisa, Pozzilli (IS), Reggio Emilia, Roma, Rozzano (MI), Salerno, Sesto San Giovanni (MI), Siena, Torino, Trento, Trieste, Verona.

COME SONO SELEZIONATI I RICERCATORI DA SOSTENERE
La selezione dei ricercatori post-dottorato finanziati da Fondazione Umberto Veronesi avviene tramite un bando pubblico online: tutte le domande pervenute vengono poi esaminate da un Comitato Scientifico di valutazione, che redige una graduatoria sulla base del progetto di ricerca proposto e del curriculum scientifico e professionale dei candidati, con particolare attenzione al numero e alla qualità delle pubblicazioni scientifiche. Il requisito minimo è avere almeno due pubblicazioni, di cui almeno una come autore principale, su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed.

I progetti di ricerca vengono valutati in base a:
• qualità intrinseca
• bontà e fattibilità della pianificazione sperimentale
• potenziale traslazionale, cioè capacità di trasferire velocemente i risultati dal laboratorio alla pratica clinica sui pazienti

Per il bando di ricerca dell’2022 sono pervenute 384 domande.

GLI AMBITI DI RICERCA DELLE BORSE DI RICERCA DI FONDAZIONE UMBERTO VERONESI
ONCOLOGIA

I tumori sono un insieme di malattie molto complesse caratterizzate da proliferazione anomala di alcune cellule. Questa è causata da mutazioni a livello del DNA che rendono le cellule tumorali insensibili al controllo. Col tempo, le cellule acquisiscono la capacità di sfuggire al sistema immunitario, iniziano a migrare in altri tessuti del corpo, causando metastasi, e diventano resistenti ai farmaci. Comprendere i meccanismi molecolari dei tumori è essenziale per sviluppare nuove terapie più efficaci.
In quest’area nel 2022 verranno finanziate 91 borse di ricerca post-dottorato, oltre ai dottorandi della SEMM (che quest’anno conta 172 iscritti) e alle borse di formazione e specializzazione, 11 progetti di ricerca e 4 protocolli di cura in oncologia pediatrica. Le 91 borse di ricerca post-dottorato in area oncologica sono così suddivise: 33 tumore al seno, 3 tumore all’ovaio, 2 tumore all’utero, 5 tumore alla prostata, 1 tumore alla vescica, 4 oncologia generale, 3 tumori al colon, 3 tumori al polmone, 11 tumori del sistema nervoso, 4 tumori della pelle, 3 tumori al pancreas, 10 leucemie e tumori ematologici, 1 tumore al fegato, 7 tumori delle ossa e delle parti molli, 1 tumore della testa e del collo.

PREVENZIONE E STILI DI VITA
La nutrigenomica è la scienza che studia le relazioni tra patrimonio genetico e cibo; come le molecole che introduciamo con la dieta influenzano i nostri geni e quindi la nostra salute, sia positivamente che negativamente. La nutrigenomica va di pari passo con la prevenzione, soprattutto dei tumori e delle malattie cardiovascolari, responsabili della stragrande maggioranza delle morti al mondo. Un corretto stile di vita è la prima arma a disposizione per combatterle. In quest’area verranno finanziate 23 borse di ricerca post dottorato.

FONDAZIONE UMBERTO VERONESI AWARD
La quinta edizione del premio dedicato al Professor Umberto Veronesi ai migliori ricercatori sostenuti negli anni

Eccellenza e merito: queste sono le principali caratteristiche con cui vengono selezionati i ricercatori sostenuti ogni anno da Fondazione Umberto Veronesi.
Più di 2.000 talenti scientifici che, dalla nascita di Fondazione nel 2003 a oggi, hanno contribuito al progresso della ricerca e della medicina in Italia.
Dal 2018 per premiare i migliori articoli scientifici di ricercatori sostenuti da Fondazione e pubblicati nell’anno precedente, Fondazione Umberto Veronesi ha istituito il Fondazione Umberto Veronesi Award.

Per essere inclusi nella competizione, gli articoli scientifici dovevano rispettare i seguenti requisiti:
• pubblicazione nell’anno precedente su una rivista internazionale peer-reviewed;
• il ricercatore sostenuto da Fondazione Umberto Veronesi doveva risultare come primo o ultimo autore;
• Fondazione Umberto Veronesi doveva essere esplicitamente nominata nei ringraziamenti e/o nelle affiliazioni;
• in caso parte della ricerca sia stata svolta all’estero, l’affiliazione del ricercatore doveva riportare anche il laboratorio italiano di provenienza;
• l’articolo doveva essere stato inviato alla Fondazione Umberto Veronesi a pubblicazione avvenuta.

Il Comitato Scientifico di Fondazione Umberto Veronesi ha poi valutato gli articoli scientifici sulla base dell’Impact Factor e del potenziale traslazionale della ricerca.

Le tre vincitrici del Fondazione Umberto Veronesi Award 2022:
Silvia Pomella
Sostenuta da Fondazione Umberto Veronesi nel 2018, 2019, 2020 e 2022. Ha svolto la ricerca presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.
Articolo premiato: Interaction between SNAI2 and MYOD enhances oncogenesis and suppresses differentiation in Fusion Negative Rhabdomyosarcoma, pubblicato su Nature Communication l’8 gennaio 2021.
Breve descrizione del progetto: la ricerca mostra che SNAI2, fattore di trascrizione coinvolto in diverse neoplasie, svolge un ruolo pro-tumorigenico e anti-differenziativo (aumenta l’aggressività del tumore). Inibire farmacologicamente SNAI2 aumenta l’efficacia di un chemioterapico nel rabdomiosarcoma embrionale, il più comune tumore pediatrico dei tessuti molli.

Francesca Reggiani
Sostenuta da Fondazione Umberto Veronesi nel 2020 e 2021. Ha svolto la ricerca presso l’Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia – IRCCS.
Articolo premiato: An integrative functional genomics ap – proach reveals EGLN1 as a novel ther – apeutic target in KRAS mutated lung adenocarcinoma, pubblicato su Molec – ular Cancer il 6 aprile 2021.
Breve descrizione del progetto: lo studio ha identificato la proteina EGLN1 come nuovo bersaglio terapeutico per i carcinomi polmonari con mutazione di KRAS. Abbiamo scoperto che EGLN1 è fondamentale per supportare la crescita di questi tumori e che la sua inibizione farmacologica è efficace nel ridurre il loro sviluppo.

Tania Velletri
Sostenuta da Fondazione Umberto Veronesi nel 2018 e nel 2019. Ha svolto la ricerca presso l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano.
Articolo premiato: Single cell-derived spheroids capture the self-renewing subpopulations of metastatic ovarian cancer, pubblicato su Cell Death & Differentiation il 29 novembre 2021.
Breve descrizione del progetto: lo studio ha sviluppato un metodo per isolare e studiare singole cellule cancerose da pazienti con tumore all’ovaio. In laboratorio, in vitro, è stato riprodotto l’ambiente in cui in cui crescono le cellule tumorali in vivo: uno step fondamentale per studiare la diversità del – le cellule che compongono il tumore e sviluppare terapie mirate.

Sul sito di Fondazione Umberto Veronesi è possibile consultare l’elenco completo dei ricercatori e dei progetti finanziati.

Hashtag dell’evento: #unNuovoAnnoDiRicerca

Condividi: