DUE EMENDAMENTI PER COMBATTERE LA POVERTÀ EDUCATIVA

“Il Covid ha trasformato la povertà educativa in un’emergenza nazionale”, dichiarano la deputata Chiara Gribaudo e il senatore Tommaso Nannicini del Partito democratico, da questa consapevolezza le interessanti proposte in due emendamenti che prevedono il coinvolgimento delle imprese e delle Università.

“Il Covid ha trasformato la povertà educativa in un’emergenza nazionale”, dichiarano la deputata Chiara Gribaudo (nella foto) e il senatore Tommaso Nannicini del Partito democratico. “Le Ong e le associazioni da anni attive per contrastarla ci segnalano che nelle aree del Paese dove la dispersione scolastica era già più grave le scuole hanno perso traccia di alcune bambine e bambini da marzo. E non c’è solo il tema della dispersione, ma della perdita di conoscenze e sicurezze che colpiscono soprattutto laddove le famiglie sono più fragili sul piano economico e sociale. Dobbiamo investire sulle comunità educanti, puntando sull’alleanza tra scuole, famiglie e terzo settore”.

La pandemia ha fatto emergere e amplito le disaguaglianze già esistenti e posto in evidenza le fragilità strutturali del nostro welfare che spesso non riesce a mettere al centro le persone e i loro bisogni. “Per questo”, sottolinea Chiara Gribaudo che non a caso è educatrice, “è importante iniziare con questa Legge di bilancio a costruire un futuro diverso per il nostro welfare che non potrà essere fatto solo di ristori, ma di innovazione e di alleanza tra tutti gli attori della vita sociale. I due emendamenti che proponiamo nascono da questa convinzione che sia possibile attivare energie sociali (dalle imprese agli universitari impegnati volontariamente) nella costruzione di percorsi innovativi di welfare”.

Leggi la notizia direttamente dalla fonte (vita.it)

Share: