DIVENTARE GRANDI NON È UN GIOCO, MA LO SI PUÒ FARE GIOCANDO!

Cosa significa diventare grandi?”. Questa è la domanda che Fondazione Time2 sceglie di affrontare e lancia una campagna di raccolta fondi su Rete del Dono, “Vado alla grande”, per sostenere le attività a favore del percorso di crescita di adolescenti con disabilità.

Ogni persona ha un traguardo personale che nel corso della crescita ha segnato il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Per alcune è stata la fine degli studi e l’inizio di un nuovo lavoro. Per altre la possibilità di contare sulle proprie forze, mettersi in gioco e sentirsi parte attiva di una comunità. Altre ancora, hanno sentito di essere davvero grandi quando sono uscite dalla porta di casa e sono andate a vivere da sole. Non esistono modi prestabiliti. Ogni persona ha percorsi diversi e la sua personalissima storia che l’ha portata, passo dopo passo, a diventare grande. Per molte e molti adolescenti con disabilità, tuttavia, raggiungere certi traguardi è una strada in salita. Per altre e altri, a volte impossibile.
Ad oggi, avere una disabilità porta a scontrarsi con barriere, pregiudizi e mancanza di opportunità, che ostacolano il percorso di crescita e non permettono di diventare davvero grandi.
Nata nel 2019 su iniziativa di Antonella e Manuela Lavazza, Fondazione Time2, avvia sperimentazioni e risposte concrete a queste necessità. Opera sul territorio torinese e sulle sue zone montane, con particolare attenzione alla Val di Susa e lo fa attraverso programmi dedicati a persone con disabilità intellettivo e/o relazionale e alle loro famiglie, focalizzati sull’apprendimento delle abilità sociali, corsi di sport unificato e un programma di ricerca sulle migliori metodologie di inserimento lavorativo.

Lo sport unificato
Attraverso lo sport unificato, Fondazione Time2 offre ad adolescenti con e senza disabilità la possibilità di seguire corsi di tennis, basket, sci e ciaspole in modo gratuito. La campagna di crowdfunding “Vado alla grande” permette di sostenere direttamente atlete e atleti, donando loro il materiale necessario e le ore di lezione del corso di tennis. “Unificato” significa favorire l’amicizia e valorizzare la diversità. Unire nella stessa squadra giovani con disabilità e non che si allenano insieme, giocano e si fanno forza a vicenda per dare il meglio di sé, conquistando l’autostima e la sicurezza necessarie per diventare grandi. Garantire ad ogni adolescente la possibilità di partecipare e competere, raggiungere soddisfazioni personali e di sentirsi parte di una squadra è l’obiettivo che sta alla base di ogni corso di sport unificato sostenuto da Fondazione Time2. E alla base di ogni corso sta la preziosa collaborazione di realtà storiche del territorio che da anni si muovono con lo stesso obiettivo.
Insieme ad esse Fondazione Time2 ha partecipato alle giornate dal 29 al 31 ottobre, a Biella, durante i Play the Games di Special Olympics, dove atlete e atleti provenienti da tutta Italia si sono sfidate in un clima di totale inclusione e gioia. In questa occasione la squadra di tennis unificato di Fondazione Time2 ha gareggiato per la prima volta e si è classificata prima. Giovani adolescenti con e senza disabilità hanno provato grandissime soddisfazioni, durante quella che era non solo la prima gara, ma anche la prima trasferta. Attraverso questi momenti si ha modo di toccare con mano quelle che sono le proprie capacità, realizzare quanto lontano si può arrivare con le proprie forze e con la squadra. Si costruisce la propria autonomia e si diventa grandi.

Ulteriori informazioni sul sito di Fondazione Time2

Condividi: