IL CONTRIBUTO ANALITICO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA RIFORMA DEL TERZO SETTORE

L’Amministrazione finanziaria dello Stato offre una sintetica panoramica dell’intero corpus normativo del Codice, nella consapevolezza che la tenuta della nuova disciplina si potrà misurare solo in sede di concreta applicazione. Le puntate tre e quattro

Il Dlgs 117/2017 riconosce esplicitamente il valore e la funzione sociale degli enti non profit, chiamati a perseguire finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale
Le disposizioni di ordine generale del nuovo Codice delineano l’identità giuridica di fondo degli enti rientranti nel perimetro del Terzo settore attraverso la loro precisa individuazione e l’elencazione delle attività di interesse generale che gli stessi sono chiamati a esercitare, in attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale.

Leggi l’intera notizia direttamente dalla Fonte

 

Previsti il vincolo di destinazione per il patrimonio degli enti, l’assenza di scopo di lucro e il divieto di distribuzione, anche indiretta, degli utili e avanzi di gestione
L’analisi del contenuto del Codice del Terzo settore prosegue con l’esame delle disposizioni generali in materia di raccolte fondi, gestione del patrimonio, divieto di distribuzione di utili, devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento, denominazione sociale, scritture contabili, redazione del bilancio e libri sociali obbligatori.

Leggi l’intera notizia direttamente dalla Fonte

 

Fonte: FiscoOggi.it – Gennaro Napolitano

Condividi: