COME VA IL PNRR? L’ANALISI DI EXCURSUS+ SUI DATI DI APRILE

Si è raggiunta la soglia simbolica degli 80 bandi pubblicati, sfondando il muro dei 20 miliardi di euro già messi a disposizione dal Piano. A dirlo è “Il Punto sul PNRR”, strumento informativo sviluppato da Excursus+ con Il Bando della Matassa per raccogliere dati, approfondimenti e riflessioni utili a leggere e comprendere meglio il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Per raggiungere gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è necessario coinvolgere territori e comunità favorendo lo sviluppo di progetti e, sopratutto, di strategie (come abbiamo spiegato qui). A questo scopo conoscere le diverse opportunità messe a disposizione dai soggetti emittenti è fondamentale per identificare rapidamente le possibili opportunità. Così come appare fondamentale mettere a confronto riflessioni e opinioni sul funzionamento del PNRR e dei suoi strumenti attuativi per, appunto, non limitarsi alle sole progettualità ma alzare lo sguardo immaginando come realizzarle al meglio.

Il Punto

A questo scopo Excursus+ ha scelto di costruire uno strumento informativo, Il Punto sul PNRR, per raccogliere dati, approfondimenti e riflessioni utili a leggere e comprendere meglio il Piano, affinché il questo possa realmente essere una grande opportunità di sviluppo per il Paese.

Partendo da questa esperienza, Excursus+ offre pertanto un monitoraggio puntuale delle opportunità del PNRR, analizzando diversi indicatori fondamentali per capire nel tempo l’avanzamento del Piano:

  • bandi e avvisi pubblici, ovvero le opportunità di finanziamento che soggetti Istituzionali (Ministeri, Agenzie Governative, Regioni…) offrono a organizzazioni (enti pubblici, profit, non profit) e a gruppi per attivare progetti specifici, per sostenere servizi già esistenti e per avviare nuove attività (es. start up) e nuove produzioni;
  • fondi di finanziamento, ovvero opportunità di finanziamento, a fondo perduto e a credito agevolato, che soggetti Istituzionali (Ministeri, Agenzie Governative, Regioni…) offrono alle aziende per attivare progetti di investimento, ammodernamento impianti e per avviare nuove attività (es. startup) e nuove produzioni.

Leggi la notizia completa su Percorsi di secondo welfare

Condividi: