ADDIO A BRUNO BIANCHI, MANAGER IN BANCA E NELLA SOLIDARIETÀ

Si è spento, nella notte del 22 novembre, Bruno Bianchi.
Già Direttore di Fondazione Antonveneta e Presidente della Fondazione Santi Antonio e Michele di Fonzaso è stato consigliere nazionale di Assifero, vicepresidente di Fondazione Novella Fronda e consigliere di Lilt Padova.

Il Consiglio di Amministrazione, il Presidente Onorario, la Direzione della Casa di Riposo della Fondazione Santi Antonio e Michele, insieme a tutti i dipendenti e ai suoi Ospiti, esprimono il loro cordoglio per la scomparsa di una figura che è stata fondamentale nel dare slancio alla nuova realtà che da gennaio 2021 ha preso in mano la gestione della casa di riposo di Fonzaso: “Resterà sempre un debito di riconoscenza per l’impegno che il dott. Bianchi ha profuso per la nostra realtà: dal passaggio alla nuova gestione del centro servizi per anziani con tutta la burocrazia conseguente, alla raccolta fondi per la realizzazione di una “stanza degli abbracci” che permettesse un contatto fisico tra le persone durante le visite, alla sua costante presenza nell’affrontare ogni criticità. Il Consiglio di Amministrazione di Fondazione Santi Antonio e Michele, il Presidente Onorario e la Direzione si stringono ai familiari con un sentito abbraccio. Bruno Bianchi è stato direttore generale di Fondazione Antonveneta, e prima ancora vicedirettore generale di Banca Antonveneta.

Il ricordo di Fondazione Novella Fronda: “La sua umanità, la sua passione e la sua abnegazione nei confronti di Novella Fronda erano strordinarie e saranno insostituibili”

Il presidente di Lilt Padova, Dino Tabacchi lo ricorda con queste parole:“La LILT di Padova piange la scomparsa di Bruno Bianchi, un punto di riferimento e un grande amico di tutti noi. Componente del Consiglio Direttivo molto stimato e apprezzato, di lui voglio ricordare la grande preparazione professionale e intelligenza. La sua sensibilità e la capacità di essere sempre rispettoso del pensiero altrui, gli hanno permesso di essere apprezzato da tutti. Con lui perdiamo una grande persona, ma restano i suoi pensieri e le sue opere, che continueranno a essere d’ispirazione per tutti noi. LILT Padova è vicina con un abbraccio affettuoso alla moglie e ai figli, con profonda riconoscenza”.

Condividi: