A2A, LINEA DI CREDITO SUSTAINABILITY-LINKED A SOSTEGNO DEL BANCO DELL’ENERGIA ONLUS

Il Gruppo A2A ha sottoscritto una linea di credito revolving SustainabilityLinked da 500 milioni di euro della durata di 5 anni, collegata al raggiungimento di due degli obiettivi di sostenibilità del Gruppo.

Il margine della nuova linea di credito è, infatti, legato a target strategici nell’ambito della transizione energetica e dell’economia circolare che A2A ha definito nel proprio Piano Industriale 2021-2030 e che sono inclusi nel Sustainable Finance Framework recentemente pubblicato. Il primo obiettivo riguarda la crescita della capacità installata da fonti rinnovabili mentre il secondo è rappresentato dall’incremento del recupero di materia dai rifiuti trattati. I due KPI contribuiscono inoltre al raggiungimento degli SDGs 7, 11, 12 e 13 delle Nazioni Unite.

La linea prevede un meccanismo di aggiustamento del margine sia che A2A raggiunga i target prefissati (step down) sia nel caso in cui il Gruppo non raggiunga tali obiettivi di sostenibilità (step up).

Il risparmio dovuto al raggiungimento dei target o la potenziale penalità causata dal non raggiungimento andrà a beneficio delle comunità: l’importo verrà donato al Banco dell’energia Onlus, ente non profit promosso da A2A e dalle Fondazioni AEM e ASM, nato con l’obiettivo di supportare coloro che si trovano in situazioni di fragilità economica e sociale, con particolare attenzione alla povertà energetica. Questa donazione non sostituirà ma sarà in aggiunta al tradizionale supporto del Gruppo nei confronti del Banco dell’energia.

“Questa linea di credito, legata al nuovo Sustainable Finance Framework che A2A ha recentemente pubblicato, sottolinea ulteriormente come la sostenibilità sia un elemento centrale della strategia finanziaria di A2A oltre che di ogni sua attività – ha commentato Andrea Crenna, CFO di A2A – Questo strumento si caratterizza, inoltre, per la scelta di sostenere il Banco dell’energia Onlus, un elemento di novità nel panorama del lending privato.”

Banco dell’energia Onlus contribuisce al contrasto della povertà e della vulnerabilità sociale attraverso percorsi di recupero che comprendono anche la distribuzione di beni di prima necessità e il pagamento di spese urgenti, come le bollette di qualunque operatore energetico. Il Banco eroga le donazioni ricevute attraverso il meccanismo della solidarietà indiretta, avvalendosi della collaborazione di enti non profit di provata serietà, selezionati sia attraverso bandi promossi in collaborazione con Fondazione Cariplo che attraverso progetti specifici legati all’innovazione e alla consapevolezza dei consumi energetici.

La nuova linea di credito sostenibile ha visto protagoniste Intesa Sanpaolo e Société Gènèrale nel ruolo di “Sustainability Coordinators”, Mediobanca nel ruolo di Agent ed è stata sottoscritta da 8 primari istituti finanziari globali: Intesa Sanpaolo, Société Générale, Santander, BNP Paribas e BNL, Unicredit (insieme nel ruolo di “Mandated Lead Arrangers” e “Bookrunners”), Citi, JP Morgan e Mediobanca.

Share: