IL 2017 DELLA FONDAZIONE WANDA DI FERDINANDO SARÀ DEDICATO AL TEMA DELLA RIPARTENZA

Il 2017 della Fondazione Wanda Di Ferdinando sarà dedicato al tema della Ripartenza, intesa come conquista di una seconda possibilità – Sette progetti finanziati tra l’Italia e l’Estero tramite il Bando 2016, una donazione di 25.000 euro per le zone colpite dal sisma, la borsa di studio “Premio di Ferdinando per la musica”, 167 i minori raggiunti tramite le attività ad oggi concluse.

Tanto nelle situazioni di disagio personale legate a una fragilità o a una malattia, quanto nelle situazioni di disagio collettivo causato da guerre o disastri naturali, riuscire a immaginare un nuovo inizio costituisce di per sé un passo fondamentale.

In questo senso, la Fondazione Wanda Di Ferdinando ha deciso di dedicare il 2017 al tema della Ripartenza, intesa come conquista di una seconda possibilità; un’idea di futuro che va tutelata, difesa, un concetto reso ancora più urgente, necessario, alla luce degli eventi sismici che hanno drammaticamente segnato il centro Italia negli ultimi mesi.

Gli interventi che saranno sostenuti nell’annualità in corso si concentrano in differenti ambiti (salute, educazione, promozione sociale, cultura) e, per la prima volta nella storia dell’Ente, riguarderanno non solo i minori ma raggiungeranno una fascia di popolazione più ampia e a rischio di disagio. Ognuno di questi interventi rappresenta, potenzialmente, un nuovo e auspicabile inizio.

Interventi nelle zone del sisma – Nelle aree colpite dal terremoto la Fondazione donerà 25.000 euro a favore di IoNonCrollo, organizzazione di Camerino (Macerata) impegnata a costruire un quartiere polifunzionale per le 100 realtà associative del territorio, utile a rinsaldare il tessuto sociale e a permettere la prosecuzione delle attività ordinarie. In futuro le strutture saranno messe a disposizione delle autorità cittadine competenti, per poter essere utilizzate durante eventuali nuove emergenze, a scopo ricettivo e ricreativo.

Continua a leggere la notizia direttamente dalla Fonte

Condividi: