L’AVANZATA DELLE FONDAZIONI DI COMUNITÀ, IN ITALIA SONO QUARANTA

Buone Notizie - Corriere della Sera

Crescono e si diffondono le Fondazioni nate dal territorio. Alle 40 già attive se ne aggiungeranno presto altre cinque. Un modello di intervento sociale che unisce esigenze e risorse. Varietà di servizi offerti: dal lavoro alla scuola, alla lotta alle povertà
di Giulio Sensi

C’è un filo rosso che lega i 160 orti urbani degli operai in pensione dell’ex quartiere dormitorio di Mirafiori a Torino, l’inserimento lavorativo dei ragazzi del Rione Sanità di Napoli con il recupero di beni storici e quello dei giovani con disabilità della Valtellina attraverso la valorizzazione della patata tipica del luogo. Non è solo il fatto di nascere da una cosiddetta Fondazione di comunità, ma essere la concretizzazione di un modello di intervento sociale molto efficace che si sta moltiplicando in Italia. Questi soggetti stanno crescendo non solo in numero, ma anche in qualità. Ce ne sono già 40 attive in Italia e altre 5 in costituzione. Il loro numero si incrementa ogni anno di alcune unità. «Non sono – spiega il segretario generale di Assifero, Carola Carazzone – realtà isolate, ma si riconoscono ormai come un movimento, una comunità di pratica. Dialogando e scambiandosi esperienze diventano più efficaci e capaci di incidere nei territori».

Leggi la notizia direttamente dalla fonte (Corriere della Sera)

Share: